publiacquamedioacqua 2Publiacqua Ufficio Stampa Comunicato del 1 agosto 2017

SICCITA’ IN CHIANTI: OBBIETTIVO ALLUNGARE LA VITA ALLE RISORSE LOCALI. GIA’ ATTIVO UN FORTE PROGRAMMA DI INTEGRAZIONI CON AUTOBOTTE.

ATTENZIONE SOPRATTUTTO SU BARBERINO VAL D’ELSA E TAVARNELLE VAL DI PESA

Publiacqua ed i Sindaci dei Comuni del Chianti dove l’azienda gestisce il servizio (San Casciano Val di Pesa, Barberino Val D’Elsa, Tavarnelle Val di Pesa, Bagno a Ripoli, Greve in Chianti, Impruneta) hanno fatto il punto sulla situazione idrica presente e sulle prospettive per le prossime settimane. Un confronto operativo e reso necessario dal perdurare della siccità e dalle previsioni meteo che non evidenziano cambiamenti significativi a breve.

In generale è un’estate che si annuncia complessa con le risorse locali messe a dura prova dalla carenza di precipitazioni, sia invernali che estive, e dal caldo intenso di queste settimane che ha fatto lievitare i consumi e che ha costretto il gestore ad utilizzare con un mese e mezzo di anticipo risorse e riserve idriche che negli anni precedenti a questa data erano ancora intoccate.

Per questo motivo i Sindaci e Publiacqua si appellano alla popolazione per un utilizzo responsabile della risorsa acqua e ricordano che sono in essere apposite ordinanze sindacali per ridurre i consumi ai soli fini idropotabili.

Di seguito il quadro condiviso con le amministrazioni comunali.

BARBERINO VAL D’ELSA - TAVARNELLE VAL DI PESA: ATTENZIONE ALTA

Barberino Val D’Elsa e Tavarnelle Val di Pesa sono i due comuni con i sistemi acquedottistici più fragili. Le risorse locali sono in forte sofferenza con la Pesa che è praticamente in secco, con conseguente rischio di brusco e repentino calo di produzione da parte dei pozzi ad essa legati, ed i laghi di Fabbrica, lago di Badia a Passignano, diga Migliorini, diga di Cortifedi  sono già a livelli critici. I livelli di risorsa nei laghi principali del territorio è infatti paragonabile a quella che normalmente è rilevata a settembre e, ad oggi, non è possibile escludere razionamenti nell’erogazione della risorsa nei prossimi mesi.

LE MISURE INTRAPRESE E PREVISTE - E’ stato già attivato il prelievo dal Lago del Nero mentre dopo la metà di agosto si attiverà il prelievo dal Lago Antinori. Oltre a questo è attiva una ricerca perdite straordinaria e sono già attivi integrazioni dei serbatoio locali con autobotte. Al momento i viaggi con autobotte attivi sono 10 ma è già previsto il raddoppio entro pochi giorni in modo da arrivare a circa 600 mc/giorno di integrazione con una integrazione massima del 20% sulla produzione totale degli impianti di potabilizzazione al servizio dei due Comuni.

Chiara la strategia adottata da Publiacqua e condivisa dai primi cittadini di Barberino e Tavarnelle: preservare ed allungare la vita delle risorse locali attraverso una forte integrazione delle stesse mediante autobotte.

Oltre a questo di particolare importanza è l’ottimizzazione già attuata della linea di trasporto dell’acqua dalle SS. Marie alle Sibille che adesso trasporta il massimo consentito dall’infrastruttura, e cioè 40 l/s, e che così può integrare il potabilizzatore di Sambuca.

Con tutte queste misure la continuità del servizio idrico è assicurata fino alla seconda metà di settembre. E’ questa la situazione più critica sull’area Chianti. Publiacqua è attiva con le proprie squadre sul territorio per ridurre i tempi di intervento ma si chiede la collaborazione della popolazione nel ridurre l’utilizzo di acqua agli scopi essenziali per preservare la risorsa.

 

Si ricorda che dal 21 giugno 2017 è in vigore l'Ordinanza Sindacale per la Limitazione al consumo di acqua potabile.              Si invitano pertanto i cittadini ad attenersi a tali disposizioni al fine di ridurre gli sprechi.

 

 

 

Progetti

open toscana

Skype

skipe

Galleria

Siti tematici