L'originale ricchezza del territorio è rappresentata da piccoli centri disseminati nella campagna che circondano Barberino Val d'Elsa.cartina

 


Clicca sulle località scritte in rosso per poter visualizzare e visitare i luoghi di arte e cultura suggeriti dal Comune di Barberino Val d'Elsa.

 

 

 

 

VICO D'ELSA

 

vico-fotoCentro urbano di origine medioevale sito in posizione strategica su un poggetto lambito dalla Via Francigena e in prossimità del ponte di San Galgano, che collega la strada volterrana a Firenze passando per Semifonte. Conserva la struttura urbana di castello murato a forma di fuso con due spazi centrali e due vie parallele che si raccrdovano in prossimità delle due porte, oggi scomparse. Cappella Brancadoro - Majnoni - Guicciardini Situata all'interno di Villa Guicciardini la piccola cappella si caratterizza per l'armonia delle sue forme geometriche e per gli splendidi affreschi di Giovanni da San Giovanni. Cappella di San Michele Cappella, di proprietà dei Guicciardini, costruita a filaretti tipicamente rinascimentale, con un'unica navata priva di elementi decorativi di rilievo. Uno stemma sovrasta il portone d'ingresso. Chiesa di San Bernardo La chiesa, una costruzione gotica di grande interesse architettonico, è situata nella Piazza Torrigiani di Vico d'Elsa. Chiesa di Sant'Andrea La chiesa risale al secolo XIV ma è stata ricostruita nel 1934 e presenta una sopraelevazione recente. All'interno pregevoli opere d'arte. Fattoria Torrigiani Grande fattoria con annessa una grande azienda agraria, situata nel luogo dove si trovava il castello della Repubblica Fiorentinaa difesa della Val d'Elsa.Villa Guicciardini La villa, sede dell'omonima fattoria, è stata ristrutturata nel corso dei secoli VIII-XIX, interessante la piccola cappella affrescata nel 1621 da Giovanni da San Giovanni. Villa Torrigiani La villa, costruita tra il 1896 e il 1899, è posta su un'altura che domina la Val d'Elsa. L' edificio è costruito da un unico corpo di fabbrica circondato da un parco di piante ad alto.

Torna in cima alla pagina

 

SEMIFONTE


barberino-cupola-semifonteOggi Semifonte non esiste più, venne raso al suolo dai concittadini di Dante, i fiorentini, nel 1202. Aveva ben quattro porte ed un maschio centrale con torre ottagonale. La cupola di San Donnino, l'unica costruzione oggi presente in quel luogo, fu costruita dopo quattro secoli in memoria di quei tragici eventi.

Torna in cima alla pagina

 

 



PONETA - PASTINE - POPPIANO

 

pastine-fotoSu una collinetta percorsa dalla strada che, staccandosi dalla Francigena di fondo valle porta verso Barberino Val d'Elsa, si trova il piccolo borgo rurale di Poneta. La chiesa di Santa Maria a Poneta è molto antica ed importante. San Martino a Pastine è una piccola e graziosa chiesa che risale al XII scolo; la struttura è sostanzialmente integra nell'impianto romanico originario. Il Castello di Poppiano è posto su un colle che fronteggia le torri medioevali di San Gimignano, è di antica origine , ma completamente rifatto con torri merlate neomedioevali.

Torna in cima alla pagina

 

  MARCIALLA

 

marcialla-fotoMarcialla ottima la posizione paesaggistica su di un colle allungatoOttima la posizione paesaggistica su di un colle allungato che funge da spartiacque tra Val d'Elsa e Val di Pesa. Archi a tutto sesto e palazzi in pietra con nobili aperture sono presenze inaspettate. Molto interessante è la piazza pentagonale. Particolarmente rinomata per il clima, data la posizione di cresta e l'altitudine di circa 400 m. sul livello del mare, Marcialla consente di ammirare bellissimi panorami in tutte le direzioni. Chiesa di San Lorenzo a Vigliano Presenta elementi del X-XII secolo, con impianto ad un'unica navata con abside e struttura a filaretti. E' stata ampliata e restaurata nel 1928. Chiesa di Santa Maria La struttura originale dell'edificio risale al sec. XII, anche se nel corso del '500 sono stati realizzati alcuni rifacimenti. All'interno si possono ammirare interessanti dipinti cinquecenteschi. Palazzo Giannozzi Il palazzo, con caratteristiche di villa urbana, presenta una facciata settecentesca con richiami spagnoli, si conserva una bellissima sala a volta gotica con mattoni a coltello. Villa San Lorenzo a Vigliano La villa era in origine un convento denominato San Lorenzo alle Grotte. Della villa si hanno notizie in alcuni documenti del sec. XIII e XIV. Nei giardini è situata una piccola cappella.

Torna in cima alla pagina

 

 PETROGNANO

 

petrognano-fotoIl borgo di Petrognano si distende sulle verdi colline a vigneto attorno alla strada che da Barberino porta a Certaldo. E' un grappolo di vecchie case sparse, disposte alla rinfusa intorno alla Villa Capponi; case di città con torri medioevali, sperdute in campagna. Questo perché Petrognano non è altro che il Borgo di una città, una città scomparsa: Semifonte. Borgo di Petrognano Il piccolo insediamento consta di un grappolo di case diposte lungo la strada, molte delle quali accolgono elementi turriti (riferibili ai secoli XIII e XIV) e di un castello. Cappello di San Pietro Originariamente piccola chiesa, la cappella conserva alcuni dipinti, attualmente trasferiti presso la chiesa di San Donnino nel comune di Certaldo. Casa Torre Montigliano - SS. Annunziata Casa-torre in architettura rurale con importanti strutture riferibili ai secoli XII-XV. Ampliata più volte nel corso dei secoli, presenta notevoli elementi tipologici caratteristici. Casa Torre Morello Casa-torre con annessi del secolo XIII, tradizionalmente attribuita al perimetro di Semifonte. Resti archeologici a Petrognano Rinvenuti tra il '67 e il '68 in seguito agli scavi della Sovrintendenza Archeologica di Firenze, reperti del periodo etrusco-ellenistico e romano-imperiale.

Torna in cima alla pagina

 

 SANT'APPIANO

 

sant-appiano-chioscoIl complesso monumentale di Sant'Appiano è collocata su un ameno poggetto e contornato da severi cipressi e si compone della Pieve Romanica, delle rovine di un diruto edificio ottagonale, del chiostro, della canonica e di un gruppo di case lievemente discosto, costituenti il villaggio. Alla bellezza del paesaggio si accompagna la sacralità del luogo, qui infatti, si conservano le spoglie del Santo che ha dato il nome alla località. Tombe Etrusche Rinvenuti, nei pressi della pieve, reperti di un unico complesso dell'VIII secolo A.C. e presso il Podere Piazza, due tombe a camera. Pieve di Sant'Appiano Pieve di suggestiva bellezza, già ricordata in un documento del 990, conserva resti di struttura protoromantica, come la parte in pietra della navata sinistra, l'abside e la cripta. Antiquarium di Sant'Appiano Il complesso si articola in due stanze che raccolgono parte del materiale archeologico proveniente dalle zone limitrofe e venuto alla luce durante alcune campagne di scavo.

Torna in cima alla pagina

 

LINARI

 

linariE' un delizioso borgo medievale fortificato,situato su una colllina a 255mt sul livello del mare a cavallo tra le colline della Valdelsa, di antichissima origine e di grande fascino per la sua posizione fra le verdi colline valdelsane, su un diverticolo della Francigena che porta verso Barberino. Il nome Linari discende da Linearis, toponimo di origine latina, il cui significato è limite, soglia, posto di confine, che ben rappresenta la sua posizione sul territorio perché collocata al confine fra il territorio fiorentino e quello senese.Nella parte alta, l'antica rocca, è sita la Chiesetta di Santa Maria, di impianto romanico con un bel campanile settecentesco. Il castello è organizzato attorno ad una via centrale lastricata che andava da porta a porta. La Chiesa di Santo Stefano a Linari, al pari di altre chiese rurali del territorio, è costruita in mattoni con elementi gotici. In stile neogotico è anche il campanile a pianta quadrata.

Torna in cima alla pagina

 

SAN FILIPPO - PONZANO

 

San filippo ponzanoIl centro rurale di San Filippo si estende su una collina con successivi agglomerati di grande suggestione paesaggistica. L'agglomerato centrale, quello che più assomma elementi urbani, è percorso da una strada lastricata, che termina in corrispondenza della chiesa di San Filippo a Ponzano. Si tratta di una chiesa romanica del XII-XIII secolo, con pianta rettangolare absidata.

Torna in cima alla pagina

 

 

 

 

 SAN MARTINO AI COLLI

 

sanmartino-fotoSan Martino ai Colli è un gruppo di antiche case disposte lungo la strada statale Cassia; sono case coloniche, ma anche edifici di servizio alla strada, ai viandanti ed anche ai pellegrini diretti a Roma. Oggi rimane la cappella del cimitero che funge da luogo di culto. Cappella di San Martino ai Colli situata all'interno del cimitero di San Martino, la cappella ha acquistato importanza in seguito al ritrovamento, sotto di essa, di due tombe etrusche dell' VIII-VII secolo A.C.. Necropoli di San Martino ai Colli Rinvenuta nel 1907 una necropoli con tombe a camera e reperti databili dalla fine del secolo VI fino all'età romana.

Torna in cima alla pagina

 

 TIGNANO

 

tignano-fotoSu un isolato poggetto (334 m.) dirimpetto a Barberino, con una vasta visuale sulla Val d'Elsa e sulla stretta valle del Drove, si colloca il pittoresco castello di Tignano. E' forse il più bell'esempio di centro "murato" della Val d'Elsa. Originale la sua struttura circolare a castellare con piazza centrale. Al castello si accede tramite una ripida rampa che conduce alla porta Fiorentina, a difesa della quale si erge una tozza mole quadrata, il Cassero. Casa Torre Tignano Alto Questa casa-torre era originariamente inserita nel circuito delle mura del borgo. Chiesa di San Romolo L'edificio, in origine in stile romanico a pianta rettangolare, subì all'inizio del '900 rilevanti ristrutturazioni. Oratorio di Sant'Anna Oratorio cinquecentesco posto all'interno del castello di Tignano. L'interno, a pianta rettangolare, presenta un soffitto a capriata lignea. Tabernacolo di Tignano Tabernacolo posto sulla strada che scende da Tignano a Uliveto e costruito a nicchia nel rialzo del muro, è ben inserito paesaggisticamente nell'ambiente che lo circonda.

Torna in cima alla pagina

 

CORTINE

 

cortine-fotoCircondato da una campagna che presenta ancora esempi di coltivazione tradizionale, troviamo questo minuscolo centro, costituito da un grappolo di case in pietra, da una chiesa e da un palazzo. In una posizione strategica a difesa della strada sui contesi confini tra Firenze e Siena si trova la splendida casa-torre del Chito, splendido esempio di architettura medioevale a scopo difensivo. Villa Cortine Edificata in stile post-rinascimentale, la villa presenta notevoli elementi tipologici. Ristrutturata recentemente è attualmente residenza di privati. Castello di Cortine Castello già ricordato nel 1038 per esservi stato redatto un documento relativo ad una donazione a favore dell'Abbazia di San Salvatore all'Isola.

Torna in cima alla pagina

 

 OLENA - SAN GIORGIO

 

olena-fotoIl piccolo centro di Olena è sito ai margini dei grandi boschi del chianti, uno sparuto gruppo di case con al centro la chiesa in una dimensione rurale, in un'atmosfera antica, ma di grande suggestione paesaggistica. La campagna attorno appare particolarmente bella per la presenza dei boschi e delle colline coltivate a vigneto specializzato. San Giorgio è invece un antico edificio isolato, nato per dare assistenza ai pellegrini ed ai viandanti poveri.

Torna in cima alla pagina

 

 

MONSANTO - LA PANERETTA

 

monsanto-foto2Monsanto è situata sul crinale tra il torrente Drove e il borro Cepparello, in una posizione panoramica.Il castello venne costruito in seguito all'abbandono del fortilizio di Cepparello, una struttura militare situata più in basso e distrutta dopo la Battaglia di Montaperti nel 1260. Terra di frontiera tra Siena e Firenze, è contornata da boschi, fra i quali è famoso quello interamente di cipressi. Palazzo al Pino La villa, ad architettura signorile, presenta elementi strutturali riferibili ai secoli XVII - XIX. Castello della Paneretta antico fortilizio nato nel secolo XV dell'ampliamento di una torre medievale. La struttura quadrata, il cassero e le tre torri angolari fanno ancora parte della costruzione originaria.

Torna in cima alla pagina

Progetti

open toscana

Skype

skipe

Galleria

Siti tematici